Ideologia, economia e politica

Il federalismo sovranazionale come pensiero emergente

di Guido Montani

tutti i libri di Guido Montani

Collana: Didattica e formazione

Area Tematica: Scienze economiche e statistiche

ISBN: 978-88-6952-106-5

Anno: 2019

Pagine: 160

Formato: 17x24

Prezzo: 19,00 € Info acquisti

Collana: Didattica e formazione

Area Tematica: Scienze economiche e statistiche

ISBN: 978-886952-109-6

Anno: 2019

Pagine: 160

Scarica il file

La crisi finanziaria globale del 2007-8 e il ritorno in Europa e nel mondo del nazionalismo mostrano la pericolosa interdipendenza tra crisi dell’economia internazionale e crisi della politica internazionale. Nonostante i progressi strabilianti della scienza e della tecnologia, sull’umanità incombono tre sfide drammatiche: l’inquinamento insostenibile del Pianeta; il divario indecente tra ricchi e poveri e, infine, l’insensata corsa agli armamenti. Molti, in particolare i giovani, si pongono l’angosciosa domanda: l’umanità avrà un futuro? La risposta potrebbe provenire dalle scienze sociali, in particolare la politica e l’economia. Tuttavia, queste scienze, nate nell’età dell’illuminismo per migliorare la condizione umana, non osano mettere in discussione il tabù della sovranità nazionale. Economisti e politologi si preoccupano al più di spostare a destra o a sinistra il baricentro della politica nazionale. Nel frattempo, l’ordine internazionale precipita verso il disordine. Le ideologie politiche sono gli strumenti indispensabili per conquistare e, se possibile, accrescere il potere nazionale. Chi ambisce al potere politico o economico deve convincere l’opinione pubblica della bontà dei suoi obiettivi e dei suoi valori. Marx ha per primo mostrato l’aspetto mistificatorio delle ideologie. Il confine incerto tra verità e falsità presente nelle ideologie consente a chi esercita un potere di trarne vantaggi di parte senza promuovere il bene comune. Svelare questa linea di confine è un compito teorico-pratico di cruciale importanza. Il federalismo sovranazionale è un pensiero emergente, nato nell’Europa della resistenza al nazi-fascismo, e non ancora adottato da una classe politica al potere. Il federalismo sovranazionale si propone di unificare tutti i popoli in una comunità di destino. Le forze progressiste – che intendono promuovere la libertà, la giustizia, l’eguaglianza e la pace – possono contribuire all’affermazione dei loro valori elaborando e attuando progetti per il governo sovranazionale dell’Unione europea e per la riforma democratica dell’ordine internazionale.