Brevi note in tema di imposta sul reddito delle società

di Paolo Maria Tabellini

tutti i libri di Paolo Maria Tabellini

Collana: Dispense Online

Area Tematica: Scienze giuridiche

Anno: 2010

Pagine: 76

Formato: 21 x 30 cm

Prezzo: 4,50 € Info acquisti

Collana: Dispense Online

Area Tematica: Scienze giuridiche

Anno: 2010

Pagine: 76

Scarica il file

L'imposizione del reddito delle società di capitali ha la prerogativa di essere uno degli strumenti di prelievo più diffusi e insieme più criticati. I suoi oppositori si chiedono perché mai il reddito delle società di capitali, diversamente da quello delle società di persone, debba essere soggetto a una imposizione autonoma, quando poi le une e le altre società riflettono una stessa fattispecie giuridica e sono strumentali, del tutto indipendentemente dalla forma o dalla dimensione, a uno stesso risultato economico?
Alla radice di queste critiche c’è la convinzione che destinatario di un’imposta possa essere esclusivamente l’uomo. Le persone fisiche – si sostiene – in quanto esseri senzienti, sono le sole che sopportano il sacrificio economico del prelievo tributario; le società di capitali, invece, altro non sono che finzioni giuridiche, strumenti che l'uomo utilizza per il raggiungimento dei propri obiettivi economici.