La figura del giurista come professionista intellettuale nel secondo Medioevo

di Marzia Lucchesi

tutti i libri di Marzia Giulietta Lucchesi

Collana: Dispense Online

Area Tematica: Scienze giuridiche

Anno: 2009

Pagine: 24

Formato: 15 x 21 cm

Prezzo: 2,50 € Info acquisti

Collana: Dispense Online

Area Tematica: Scienze giuridiche

Anno: 2009

Pagine: 24

Scarica il file

La pubblicazione, presentata come lezione specialistica, illustra uno dei temi più affascinanti della storia giuridica quale quello della figura del giurista come professionista intellettuale nel secondo Medioevo. Elaborato sulla scorta delle più autorevoli voci della storiografia giuridica moderna, il testo inquadra inizialmente la realtà dell’ambiente giuridico in cui operano tra il V e l’XI secolo vari personaggi come il notarius, il iudex, lo scriba e il causidicus. Di seguito considera la nuova figura del giurista che a partire dal XII secolo intende le leggi di Giustiniano, le interpreta e le applica nella scuola e nel foro e in particolare la scuola dei giuristi Glossatori e Commentatori. Da ultimo si accenna all’attività professionale del giurista che agli inizi del ‘400, nel segno di un crescente pragmatismo, si dedica anche alla letteratura consiliare.
La lezione si colloca nell’ambito dei lavori del Laboratorio di medievistica “Gli intellettuali nel Medioevo”, organizzato dalla Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli Studi di Pavia.


Opere correlate